Il Piacere di Guidare raggiunge nuovi elettrizzanti traguardi.

L’innovazione è nel nostro DNA. Con oltre 100 mila vetture elettriche e ibride consegnate nel 2017, continuiamo tutti i giorni a tracciare la strada verso il futuro della mobilità, pronti per nuovi elettrizzanti traguardi.

Il BMW Group, come promesso all’inizio dell’anno, ha consegnato ai suoi clienti in tutto il mondo più di 100 mila veicoli elettrificati nel 2017.

Un risultato che sottolinea il suo ruolo di leader nella mobilità elettrica. Un’installazione luminosa di grande effetto segnerà il superamento di questo traguardo sulla strada verso la mobilità del futuro: la sede del BMW Group a Monaco, nota come il “Quattro cilindri”, si trasformerà in una pila elettrica. Il BMW Group ha scelto questo simbolo luminoso per rappresentare il cambiamento tecnologico che avviene nel mondo della mobilità.

“Noi rispettiamo le nostre promesse”, ha detto Harald Krüger, Presidente del Board di BMW AG. “Questo edificio simbolo, alto 99 metri, sta illuminando la strada verso l’era della mobilità elettrica. La vendita di 100 mila auto elettrificate in un anno rappresenta un’importante pietra miliare, ma questo per noi è soltanto l’inizio. Dal lancio della BMW i3 nel 2013 abbiamo consegnato oltre 200 mila auto elettrificate ai nostri clienti e, entro il 2025, offriremo loro 25 modelli elettrificati. Il nostro tempestivo ingresso nella mobilità elettrica ha reso possibile questo successo e la mobilità elettrica continuerà a rappresentare il mio metro per valutare il nostro futuro successo”.

Elettrificazione flessibile in tutte le serie di modelli
La mobilità elettrica rappresenta un elemento fondamentale della nostra strategia aziendale NUMBER ONE > NEXT, che continua ad espandere la posizione del BMW Group come fornitore leader di mobilità premium individuale e di servizi per la mobilità stessa. Entro il 2025, l’azienda offrirà in tutto il mondo 25 modelli tra ibridi plug-in e completamente elettrici.

La quinta generazione della propulsione elettrica e della tecnologia delle batterie – disponibile a partire dal 2021 – utilizza kit di elettrificazione modulari e scalabili che permetteranno a tutte le serie di modelli di essere equipaggiate con ogni tipo di motorizzazione. Per il suo marchio di auto elettriche, BMW i, che è stato fondato nel 2011, l’azienda ha già assicurato i diritti di identificazione da BMW i1 a i9, nonché da BMW iX1 a iX9. Il prossimo anno vedremo il lancio della BMW i8 Roadster, seguita nel 2019 da una MINI completamente elettrica; nel 2020, dalla versione elettrica della BMW X3 e nel 2021 dalla nuova ammiraglia del marchio per quanto riguarda la tecnologia, la BMW iNext, che unirà la mobilità elettrica alla guida autonoma e a nuove opzioni di connettività interne per la prima volta su un modello di serie.

Il BMW Group ha adottato un approccio olistico alla mobilità elettrica sin dall’inizio quando, nel 2007, ha lanciato il progetto i, l’apripista della BMW i. L’anno seguente una flotta di vetture elettriche EV sono scese in strada in tutto il mondo nella più grande serie di test sul campo a cui l’industria automobilistica abbia mai assistito. La produzione in serie della BMW i3 completamente elettrica, uno dei concetti di veicolo più premiati del mondo, è iniziata nel 2013. Da allora, le vendite sono aumentate anno dopo anno nei quattro anni successivi.

Il BMW Group fornitore leader della mobilità elettrica.
Grazie al suo approccio precoce alla mobilità elettrica, il BMW Group ha già acquisito una posizione di leader nel mercato dei veicoli elettrificati. Secondo il rapporto indipendente POLK/IHS (pubblicato il 7 dicembre 2017), il BMW Group ha un chiaro vantaggio rispetto ai suoi concorrenti per quanto riguarda le immatricolazioni di nuovi veicoli completamente elettrici o ibridi plug-in in Europa, con una quota di mercato del 21 percento.

Ciò significa che la quota del BMW Group nel segmento dei veicoli elettrificati è più di tre volte quella che ha nel mercato dei modelli tradizionali. Mentre, i veicoli elettrificati rappresentano ora il due percento delle nuove immatricolazioni di tutti i costruttori in Europa, la quota del BMW Group è già del sei percento. In altre parole, il BMW Group detiene una quota largamente superiore nel crescente mercato della mobilità elettrica in Europa. La posizione dell’azienda è altrettanto forte se parliamo del mercato mondiale, in cui detiene il 10 percento del mercato elettrificato globale.

I modelli elettrificati sono molto richiesti nell’Europa occidentale e negli Stati Uniti, per esempio, dove rappresentano il sette percento delle vendite totali del marchio BMW in entrambi. In Scandinavia, dove la BMW i3 è il modello BMW più venduto, una auto ogni quattro vendute è elettrificata. In Germania, le nuove immatricolazioni di veicoli elettrici e plug-in ibridi del BMW Group supereranno quest’anno le 10.000 unità. I sistemi propulsivi elettrici giocheranno un ruolo sempre più importante anche nel mix di motorizzazioni per ciascun modello: nel 2017, una BMW Serie 3 berlina ogni dieci consegnate ai clienti è dotata di propulsione elettrica. Nel caso della BMW Serie 2 Active Tourer, il 13 percento degli esemplari venduti nel 2017 sono stati ibridi plug-in.

Un simbolo luminoso

Per festeggiare questo importante traguardo l’iconica sede del “Quattro Cilindri” di BMW viene trasformata da una installazione luminosa che rappresenta quattro pile elettriche verticali, a rappresentare il pensiero lungimirante che è parte fondamentale del Dna di BMW. La speciale installazione è stata proiettata sull’edificio nella serata del 18 dicembre 2017 dalle ore 20 fino a mezzanotte. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con l’organizzazione culturale Spielmotor Muenchen. Questa partnership pubblico-privato tra la Città di Monaco e il BMW Group è nata nel 1979 con l’obiettivo di portare a Monaco la diversità culturale e di stabilire ed espandere il ruolo della città come destinazione culturale nazionale e internazionale.